Comune di Avezzano

Vertice in provincia per la vertenza Smc: l'assessore Giorgi contatterà direttamente la casa madre

Cronaca / In evidenza
Inviato da staff 18 Set 2009 - 10:40

Avezzano. Il confronto e il dialogo con i vertici aziendali sono gli ingredienti principali con i quali sindacati e istituzioni vogliono affrontare la crisi della Smc. Questo quanto emerso ieri pomeriggio nell'incontro convocato urgentemente in provincia per discutere del caso Smc. Sindacati e lavoratori hanno espresso le loro opinioni sulla vicenda e l'assessore al lavoro Ermanno Giorgi, dopo averli ascoltati, ha subito dichiarato: "ricontatterò personalmente l'azienda e se non ci daranno segnali di dialogo ci rivolgeremo direttamente alla casa madre in Giappone". "Noi stiamo dalla parte dei lavoratori".
È questo il messaggio che ieri hanno voluto lanciare i rappresentanti di Cigl, Cisl e Uil, gli amministratori comunali di Carsoli e l'assessore Giorgi all'azienda che, con un fax, ha comunicato la sua non presenza all'assemblea. "I lavoratori hanno espresso non la voglia di lottare contro l'azienda,ma solo di avere una sicurezza per il loro lavoro", ha spiegato il primo cittadino di Carsoli Mario Mazzetti.



"L'amministrazione darà tutto l'appoggio possibile a questi operai e si impegnerà per portare avanti le loro intenzioni. Abbiamo sempre avuto un buon rapporto con l'Smc, sia per l'importanza del suo operato, sia per il suo valore nel territorio, e avremmo voluto che oggi fosse stata rappresentata in questo tavolo". Dopo lo sciopero di due ore e l'assemblea in comune sindacati e istituzioni, che fino ad oggi non hanno ricevuto alcun segnale dalla proprietà, vanno avanti per la loro strada. Antonello Tangredi e Emilio Speca, segretari di Cisl e Cgil, hanno annunciato ieri un'altra serie di iniziative che condurranno con l'appoggio dei lavoratori. "L'azienda deve riconoscere la crisi e darci la possibilità, in 36 mesi, di risolverla con gli ammortizzatori sociali e con gli altri mezzi che abbiamo a disposizione", ha chiarito Speca. "Convocheremo un'assemblea in fabbrica con tutti i lavoratori ed organizzeremo un picchetto informativo davanti ai cancelli". Secondo Tangredi invece: "Urge al più è presto un incontro con incontro con i delegati dell'Smc. Ci sono troppo contraddizioni che vanno chiarite: dalle assunzioni a tempo indeterminato fatte in periodo di crisi, agli straordinari che gli operai al lavoro stanno facendo per portare avanti le consegne". L'assessore Giorgi si è impegnato personalmente a spiegare al prefetto la situazione dell'Smc e a convocare personalmente l'azienda per aprire un tavolo di trattative al più presto.



Questo articolo stato inviato da Comune di Avezzano
  http://avezzano.terremarsicane.it/

La URL di questo articolo :
  http://avezzano.terremarsicane.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=533