Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Cronaca : Lavori di messa a norma nelle scuole della città. Alunni della Collodi costretti ai doppi turni. Ospitati nelle scuole settanta alunni aquilani trasferitisi nella Marsica dopo il sisma

img_0011_200Avezzano. Alunni costretti ai doppi turni e lavori e rinvii nelle scuole della città che dovranno accogliere, oltre agli studenti avezzanesi, anche quelli sfollati dall'Aquila trasferiti ad Avezzano o in Marsica. Alla "Collodi" gli alunni andranno a scuola il pomeriggio in un altro plesso, mentre alla "Vivenza" sono stati trasferiti nella sede staccata. Sono scattati alla scuola primaria di via Garibaldi a causa dei lavori di demolizione di un piano sopraelevato che metteva in pericolo la stabilità dell'intera struttura. Rientreranno a scuola oggi ma svolgeranno le lezioni di pomeriggio, dalle 14 alle 18.30 nella sede delle scuole primarie "Mario Pomilio" di via Sabotino, nel quartiere San Simeo. Il sabato saranno liberi. Questa situazione andrà avanti fino al primo ottobre quando saranno terminati i lavori alla Collodi e gli alunni potranno tormare nella loro scuola.



Alla Collodi è stato demolito il secondo piano sull'ala sinistra della scuola, dove c'erano tre aule. Il costo dell'intervento è stato di 30mila euro. Era stato edificato negli anni Settanta come una sopraelevazione che gravava con il peso sulla struttura. Dalle verifiche, fatte già prima del sisma del 6 aprile, era emerso che per mettere in sicurezza il piano rialzato era necessario un investimento troppo alto. Il Comune, dopo aver consultato i tecnici, ha optato per l'abbattimento piuttosto che per il consolidamento. Da un lato è stata alleggerita la struttura divenuto quindi più sicura, dall'altro è stata risparmiata una somma ingente che sarebbe servita per il potenziamento della struttura. In tal modo è stato possibile rilasciare la certificazione. Gli interventi alla Collodi per la demolizione del piano sopraelevato della scuola sono cominciati ai primi di settembre e, secondo le previsioni, dovevano essere portati a termine prima dell'inizio dell'anno scolastico, permettendo così ai ragazzi di cominciare regolarmente le lezioni. Ciò non è avvenuto. Le tre aule eliminate saranno rimpiazzate con altri locali che si trovano al piano terra. Il consiglio d'Istituto e il dirigente scolastico Abramo Frigioni hanno incontrato ieri i tecnici del Comune poiché la scuola media Vivenza è attualmente sottoposta ad accertamenti strutturali. Tredici classi resteranno nell'ala nuova, mentre sei andranno da lunedì, nella sede staccata, alla scuola "Marini". «Il Comune», ha commentato Frigioni, «ha messo a disposizione risorse umane e mezzi per evitare l'interruzione dell'attività didattica».  Le scuole avezzanesi accoglieranno anche i ragazzi sfollati dell'Aquila che con le loro famiglie si sono trasferiti nella Marsica. Gli alunni aquilani iscritti nelle scuole di Avezzano sono una settantina. Nelle scuole dell'infanzia ci sono dieci bambini, venti alle primarie e dieci alle secondarie di primo grado (medie). Alla superiori saranno dieci allo Scientifico, dodici al Classico, uno allo Psicopedagogico, uno ai Geometri e sei all'Industriale.

 

 

Territorio

 
Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane )
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright